E’ il momento giusto per innovare il tuo ERP grazie al Bando per l’innovazione digitale | Scadenza 21 Aprile 2020

SAP AI | L’Intelligenza artificiale è un’enorme opportunità che porterà più valore alla tua Impresa
3 Dicembre 2019

BANDO PER L’INNOVAZIONE DIGITALE | REGIONE LAZIO

INTIT Srl, ICT e Centro di Competenza nella Regione Lazio di SAP, (for SAP Business One),  Boyum (for beas manufacturing),  NTS Informatica (for Business Cube), e proprietaria della soluzione Ecommerce B2B Quista, infoma sull’uscita della misura rivolta alle PMI, dedicata all’incentivazione di azioni di innovazione digitale:

 

POR FESR Lazio 2014 – 2020  – Azione 3.5.2 Presentazione domande a sportello via PEC dalle ore 12:00 del 04 marzo 2020 e fino alle ore 18:00 del 21 aprile 2020 salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse.

 

Obiettivi:

Promozione di progetti di innovazione digitale mediante l’introduzione di tecnologie digitali e soluzioni ICT

 

A Chi si rivolge:

MPMI in forma singola o aggregate (max 6) localizzate nel territorio della Regione Lazio.

NB: Al momento della presentazione della domanda i richiedenti devono avere idonea capacità amministrativa, finanziaria e operativa, ovvero avere un Fatturato pari ad almeno 5 volte il valore del Progetto non coperto dal contributo. In alternativa, la capacità amministrativa finanziaria e operativa sarà verificata con riferimento al Patrimonio netto, che deve essere pari ad almeno il valore del Progetto non coperto dal contributo.

Importi Stanziati:

L’Avviso ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, di cui 3 mil. a valere sull’azione 3.5.2 (digitalizzazione) del POR FESR 2014-2020.E’ prevista una riserva di Euro 2.000.000,00 per i Progetti presentati in Aggregazione Temporanea.

È prevista inoltre una quota pari al 20% della dotazione per le MPMI ubicate in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio, tra cui quella di Frosinone.

 

Costi Ammissibili:

Non inferiori a:

·      50.000 Euro nel caso di Progetti presentati da una MPMI in forma singola;

·      50.000 Euro, con un importo minimo di 20.000 Euro per singola MPMI, nel caso di Progetti da realizzare mediante una Aggregazione Temporanea.

 

Progetti Ammissibili:

Progetti innovativi per la gestione dei processi produttivi, logistici, organizzativi e commerciali quali:

·      Piattaforme software di e-commerce;

·      Sistemi di internet of things;

·      Software e applicazioni per la logistica digitale;

·      Soluzioni per l’amministrazione digitale a supporto della fatturazione elettronica e, per l’ottimizzazione degli ordini, gestione del personale e magazzino

·      Sistemi integrati  (ERP, CRM, Manufacturing Execution System, Product Lifecicle management), ed altre soluzioni e sistemi basati su tecnologie coerenti con i paradigmi di Industria 4.0.

NB: I progetti, alla data di presentazione della domanda, non devono essere completati. E’ richiesta la completezza (inclusi rendicontazione e pagamento) entro 12 mesi dalla Data di Concessione

 

Spese Ammissibili:

1.     Le spese (per un importo non inferiore a 40.000 Euro per ciascun Progetto) sostenute per:

·      Acquisto di attrezzature, strumenti, sistemi, dispositivi, software e applicativi digitali

·      Acquisizione di brevetti, licenze

·      Acquisto di nuovi servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS, system integration applicative e connettività dedicate

·      Servizi di customizzazione (personalizzazione) dei sistemi e delle soluzioni digitali adottate

·      Servizi di consulenza specialistica finalizzati allo sviluppo e all’adozione di tecnologie ICT, fino ad un Massimo del 20% del totale.

·      Premi per l’ottenimento della fidejiussione

2.     Costi del personale a forfait (ai sensi dell’art. 68 bis, p. 1, del Reg SIE): in misura pari al 20% delle Spese Ammissibili di cui al punto 1;

3.     Costi indiretti a forfait: in misura pari al 5% delle Spese Ammissibili di cui al punto 1.

 

Contributi e modalità di erogazione:

L’Aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 40% dell’importo complessivo del Progetto ammesso. Nel caso in cui la MPMI opti per il contributo in RGE, il contributo sarà erogato secondo le aliquote previste dall’Avviso.

Modalità di erogazione previste:

–       una prima quota facoltativa a titolo di anticipo, nella misura minima del 20% e massima del 40%, presentando apposita Fideiussione.

– a saldo, a fronte della rendicontazione delle Spese Effettivamente Sostenute.